Allievi agli opposti: i 2006 cadono ancora, mentre i 2007 si rialzano da grande squadra

Un altro passo falso per la nostra Juniores che cade sul campo del Leone XIII e ora vede scappare il treno di testa con il primo posto dello Schuster addirittura lontano 9 punti. Leone XIII e Iris sono davanti ai gialloneri, rispettivamente, di 8 e 6 lunghezze, troppe a circa metà campionato per una squadra accreditata a giocarsi la vittoria finale. Nulla è ancora perduto, ma ormai i cosiddetti bonus sono finiti e bisognerà essere perfetti per riprovare a rientrare in corsa per la vetta.

LA PARTITA

Mister Rizzini si presenta allo scontro diretto con diverse assenze e quindi con le scelte praticamente obbligate. Alle assenze dei lungo degenti Palma e Salzano si aggiungono quelle per influenza di Gilardoni, Marconi, Lombardo, Predari, Gallo e all’ultimo minuto Pampalone con Murino a mezzo servizio per una contrattura muscolare. La situazione di emergenza offre a Domenico Costa, difensore classe 2007, la possibilità di esordire dal primo minuto in coppia con il recuperato Piccolo. Occasione che non viene sprecata dal giovane Costa, nonostante la sconfitta. Real che scende in campo con Tucci tra i pali, appunto Piccolo e Costa al centro della difesa, l’ottimo Casula a destra e il tuttofare Carrara spostato a sinistra. Alagna si posiziona davanti alla difesa con le due mezz’ali Nocera e Gioè. Pignataro agisce da trequartista dietro le due punte Rizzini e Palmieri.

Le prime fasi della partita vedono attacchi alterni, ma gioco abbastanza confusionario a causa delle limitate dimensioni del campo e dei continui palloni buttati in aria da entrambe le squadre. Il punteggio si sblocca poco dopo al 21′. Da un errore di Alagna in fase di costruzione nasce una ripartenza dei padroni di casa che conquistano un angolo dal quale, complice un’uscita insicura di Tucci e la troppa libertà lasciata ai giocatori avversari, il difensore Bertini porta in vantaggio i padroni di casa. Real che prova a raddrizzare la partita, ma la manovra non è fluida e le occasioni giungono per lo più da palle inattive, angoli e calci di punizione dai 20 metri che non vengono sfruttati per via di errori di precisione che dimostrano come per i gialloneri la gara sia molto complicata. Il primo tempo scivola via come il pallone sul sintetico bagnato e il Leone conduce al riposo senza soffrire più di tanto e con un gol nell’unica grande occasione creata in cui ha sfruttato più di un’ingenuità dei ragazzi gialloneri.

La ripresa vede una Real più spigliata e decisa a riprendersi la partita, ma come spesso accade, nel momento migliore subisce la rete degli avversari. Mariani trova spazio in una fase molto passiva dei ragazzi di mister Rizzini e trova l’incrocio dei pali con una bellissima conclusione su cui Tucci proprio non può arrivare. Il doppio cambio effettuato da Rizzini, con Bassoli e Musta Dieng in campo al posto di Rizzini e Pignataro, porta però nuovo vigore ai gialloneri che dopo un incredibile palo pieno colpito da capitan Gioè e una grande occasione sotto porta capitata a Carrara, prima realizzano il 2-1 in mischia con Nocera su azione d’angolo e poi conquistano con il neo entrato Musta Dieng il rigore che un Palmieri fin qui un pò in ombra realizza per il 2-2. La Real sfiora il colpaccio nel finale con una mezza girata ancora di Nocera che viene parata da Borroni. L’ottimo Casula deve lasciare il campo per crampi sostituito da Iba Dieng che va a sinistra, ma poco dopo essere entrato si lascia scappare l’avversario che riesce a tirare in porta, Tucci respinge, ma il pallone diventa buono per il tocco a porta vuota di Frustagli, entrato da 5 minuti, che realizza il gol vittoria. Inutili gli assalti finali dei gialloneri che ancora una volta tornano a casa a testa bassa contro una squadra che è parsa tutt’altro che imbattibile. Ora per rialzare quella testa rimane l’ultimo impegnod el 2022 contro lo Sporting CB che bisognerà concludere con i tre punti in tasca con lo scontro diretto Schuster-Leone che permetterebbe di accorciare su almeno una delle squadre che precedono i gialloneri in classifica

IL TABELLINO

LEONE XIII-REAL TREZZANO  3-2

RETI: 21′ Bertini (L), 60′ Mariani (L), 69′ Nocera, 76′ rig. Palmieri, 85′ Frustagli (L).

LEONE XIII: Borroni, Bartolucci, Nicolucci, Rossiello (22′ Alvera), Bertini, Molin, Gatti (57′ Sanjust), Rossi, De Bastiani (78′ Majoli), Palotta (65′ Burei), Mariani (80′ Frustagli). A disp: Sforzin, Uliassi, Monacelli, Mottinelli. All. Lipari.

REAL TREZZANO: Tucci, Casula (81′ Dieng I.), Carrara, Alagna (26′ Murino), Piccolo, Costa, Rizzini (54′ Bassoli), Gioè, Nocera, Palmieri, Pignataro (55′ Dieng M.). A disp: Sellitri, Pascali, D’Agostino. All. Rizzini. Vice: Belluccio.

ARBITRO: Genovesi di Milano.

ESPULSO: Dieng I. (R) per doppia ammonizione.

AMMONITI: Bartolucci, Rossiello, Rossi, Mariani, Alvera (L), Piccolo, Nocera, Dieng M. (R).


Riparte come meglio non avrebbe potuto la Under 16 di mister Grimaldi che si rialza prontamente dopo il 4-0 subito dalla locomotiva Barona Sporting, alla decima vittoria in altrettante partite, e lo fa con tris rifilato all’Arca senza concedere nulla all’avversario. Tre punti che ridanno vigore all’annata giallonera e ora i punti in classifica sono 20 con l’ultimo impegno dell’anno che sarà la trasferta da non sottovalutare contro il fanalino di coda Rugbio, ancora a secco di punti.

LA PARTITA

Un inizio a bassi ritmi, ma con la Real che prende in mano subito il pallino del gioco, anche se i tre davanti scelti da Grimaldi, Greggio-Capuano-Perroti con Amboni in panchina, non hanno molte occasioni per provare a rendersi pericolosi dalle parti di Soltan. Solito giro palla giallonero con la verticalizzazione che non viene mai forzata e allora ecco un possesso perimetrali da una parte all’altra del campo alla ricerca dello spazio giusto. E al quarto d’ora a trovarlo è Liva seguendo un vecchio mantra, forse un po’ troppo passato in secondo piano nel calcio moderno: se non c’è spazio per andare in area, bisogna concludere da fuori. Il numero 4 scarica palla sull’esterno e segue l’azione al limite, Greggio conclude, tiro murato e pallone che diventa buono per Liva che non ci pensa un attimo e in girata insacca in rete e consegna il vantaggio alla Real sbloccando una partita che avrebbe potuto complicarsi e non poco con il passare dei minuti e su un campo reso pesante dalle abbondanti piogge cadute nella giornata di sabato. Real saldamente in controllo e che ora gioca più sciolta e fa girare il pallone in maniera più veloce e pulita. Parte tutto dal solito Liva cha allarga sulla sinistra per Perrotti che prova il destro sul secondo palo, ma la sua conclusione si spegne sul fondo per una questione di centimetri. 5 minuti più tardi, al 38′, Formenti conduce palla fino ai 25 metri e prova la conclusione che trova l’esterno della rete strappando gli applausi presenti sulla tribuna del campo 2 del Real Trezzano Sport Center. Un’ultima, doppia, occasione arriva sul tramonta della prima frazione quando Trivulzio arriva alla conclusione, due volte, dal cuore dell’area di rigore, ma in entrambe trova il muro difensivo dell’Arca che chiude così il primo tempo sotto di una sola rete.

Ma il secondo gol della Real arriva dopo soli due minuti dall’inizio del secondo tempo. Capuano trova il bersaglio grosso, ben innescato da Sparvieri con un bel pallone in verticale, che permette al numero 9 di controllare, aggirrare l’avversario e concludere con il destro sul secondo palo dove Soltan può solo toccare ma il pallone si infila in porta. La gara, con il doppio vantaggio e un possesso sicuro e pulito che non lascia scampo agli avversari, fila via liscia per la Real che permette a mister Grimaldi di muovere la panchina in una doppia attualità: gestire le forze di chi ha iniziato la partita e concedere minuti a chi la aveva iniziata in panchina. Proprio uno di loro, Iacovelli, firma il terzo e ultimo dei tre gol della Real. All’ultimo minuto di gioco regolamentare, Iacovelli si fionda su un pallone vagante al limite dell’area piccola, controlla e gira di destro in porta mettendo il punto esclamativo sulla vittoria giallonera. Ora l’ultimo impegno dell’anno per mettere un altro mattoncino sulla crescita di un gruppo che sta seguendo un percorso, sotto la guida di mister Grimaldi, ben pianificato e che può risultare determinante per la crescita di questi ragazzi.

Le parole e la soddisfazione di mister Grimaldi nell’intervista post partita

IL TABELLINO

REAL TREZZANO-ARCA  3-0

RETI: 14’ Liva, 42’ Capuano, 80’ Iacovelli.

REAL TREZZANO: Quaranta, Formenti, Carfi (60’ Mostacciuolo), Liva (50’ Ambrosio), Capizzo (70’ Basana), Costa, Greggio, Sparvieri, Capuano (66’ Iacovelli), Trivulzio, Perrotti (50’ Amboni). A disp: Michaletti, Muci. All. Grimaldi. Vice: Maragno.

ARCA: Soltan, Galliano (25’ Rizzini, 75’ Toscano), Gallotti, Bassi (80’ Biasoli), Zaghet, Moccia, Renzulli, Giovannelli, Naiyl, Angelelli, Azzoni. A disp: Fabiani, Serpiello, Abbo. All. Fabris.

ARBITRO: Palamara di Milano.

AMMONITI: Ambrosio, Sparvieri (R), Angelelli, Moccia (A).

Ricordati di seguirci sui nostri social: Facebook, Instagram, Tik Tok e Youtube

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin