Real che piega la capolista Partizan e ora la vetta è solamente a 2 punti

Una partita equilibrata fra due grandi squadre che, molto probabilmente, si giocheranno il primo posto fino alla fine del campionato. A trionfare, questa volta, però è la Real Trezzano che fa suo lo scontro diretto con il Partizan Bonola per 2-1, grazie alla doppietta di Marco Nosino, e infligge la prima sconfitta in campionato alla capolista del girone che, però, ora ha solamente due lunghezze di vantaggio sugli uomini di mister Zanoni.

LA PARTITA

Con Sofi recuperato dall’infortunio alla caviglia che lo aveva tenuto fuori dalla trasferta di Cesano Boscono, ma solo per la panchina, mister Zanoni conferma un 4-4-2 molto offensivo che, in fase di non possesso però si trasforma nell’ormai consueto 4-3-3 con Palestro a fare la mezz’ala a centrocampo insieme a Cantatore e Giannettino. Davanti a Balbo, l’ormai consueto pacchetto difensivo composto da Belsito, Sergi, Carbone e Aprea con in attacco Bennici, Nosino e Giovine.

Real che parte subito forte, sulla scia di quanto fatto con l’Idrostar, e che prende in mano subito il pallino del gioco, schiacciando il Partizan. Questo avviene mentre sulle tribune si scalda il tifo delle due curve, sempre molto corrette, che incitano a gran voce delle due squadre. La spinta del tifo giallonero, per la prima volta presente al Real Trezzano Sport Center, galvanizza Sergi e compagni che si rendono pericolosi già al primo minuto, ma Bennici, autore di un ottima azione sulla sinistra, una volta entrato in area prova a servire centralmente un compagno invece di tentare la conclusione in porta, con il pallone che viene intercettato da Paciletti. Ritmi subito alti e dopo 6 minuti si fa vedere anche il Partizan, ma la girata in piena area di rigore di Goglio sorvola la traversa non di molto. Ma è la Real a fare la partita con la premiata ditta Giovine-Palestro che si accende al 9′ quando il primo serve il numero 10 al limite, ma il suo sinistro va alto di poco. È il preludio al gol che arriva 60 secondi dopo con un’azione simile, ma che vede Nosino indovinare la conclusione vincente. Palestro parte dalla destra, arriva al limite in zona centrale e scarica, sempre sulla destra, per Nosino in area, il numero 9 lascia scorrere e calcia forte sul primo palo, dove Paciletti può solo deviare il pallone che finisce in rete con la tribuna giallonera che esplode di gioia. La Real prova a sfruttare il momento buono, ma prima Cantatore e poi Aprea dal limite non trovano lo specchio della porta. Un errore di comunicazione fra Sergi e Balbo, che ritarda l’uscita, per poco non porta al gol del pareggio, ma il portiere giallonero è bravo a recuperare subito la posizione e respingere il tiro a botta sicura di Mainardi. Lo stesso numero 9, al 25′ prova il sinistro a incrociare dal limite dell’area, ma Balbo è attento e blocca a terra. Gara che si stabilizza con il Partizan a fare la partita e la Real sempre pronta ad azionare le sue frecce per trovare il raddoppio. Il gol del 2-0 viene sfiorato al 43′ da Giovine, che viene azionato da una punzione battuta veloce sulla trequarti offensiva, il numero 11 entra in area e prova il sinistro a incrociare sul primo palo, chiamando al grande intervento Paciletti che devia in calcio d’angolo. È l’ultima azione di un bellissimo primo tempo, sia in campo che sulle tribune con le due tifoserie che non hanno mai smesso di incitare le proprie squadre.

La ripresa inizia come era terminato il primo tempo: con la Real all’attacco e vicinissima al 2-0. Al 51′ una bella circolazione palla sulla sinistra aziona la corsa di Giovine che innesca la sesta e va via al diretto avversario, si accentra e prova l’interno destro che esce però debole e centrale dopo uno scatto di quesi 50 metri palla al piede. La partita si accende con i 22 giocatori in campo che non tirano indietro la gamba, ma al 58′ il neo entrato Spagnolo entra in scivolata da dietro su Belsito, che gli aveva portato via la palla, e lo colpisce sulla caviglia. L’arbitro non ha dubbi ed estrae il cartellino rosso per il numero 19, entrato in campo da appena 5 minuti. Partizan che rimane in 10 uomini e Real che trova ancora più spazi per far male con la velocità di Palestro, Giovine e Bennici. Proprio Giovine, imprendibile nella ripresa, va via ancora sulla sinistra, palla in mezzo bassa per Nosino che tenta la girata di sinistro, ma schiaccia troppo il pallone facilitando la parata di Paciletti. La stessa azione arriva al 64′ ma questa il 9 giallonero no sbaglia e sigla la sua doppietta personal che porta la Real sul 2-0. Giovine sgasa sulla sinistra come Flash, il supereroe della DC Comics, entra in area dal lato corto e serve Nosino dentro l’area piccola, il 9 gira di sinistro e batte nuovamente Paciletti, che anche questa volta tocca ma non riesce a salvare. 2-0 meritato della Real Trezzano che può contare anche sulla superiorità numerica. Gli spazi abbandonano sulle fasce e allora Giovine prova a mettersi in proprio due minuti dopo, ma il suo destro, che arriva dopo la solita azione travolgente sulla sinistra, è troppo angolato e termina a lato del palo lontano con il portiere immobile. La Real vuole chiudere la sfida definitivamente con il gol del 3-0, ma l’implacabile Nosino grazie per due volte il Partizan: prima con un colpo di testa debole da dentro l’area piccola e poi con uno scavetto sull’uscita di Paciletti che si va a spegnere sul fondo sfiorando il palo della porta avversaria. Passano i minuti e il Partizan ritrova il coraggio di buttarsi in avanti anche con l’uomo in meno e al 86′ trova il pareggio. Calcio d’angolo dalla sinistra, palle inattive dove gli ospiti sfruttano una maggiore fisicità, e colpo di testa vincente di Casale che riporta i suoi in partita. Nonostante un uomo in più i minuti finali sono di sofferenza per la Real con il Partizan che schiera le torri in avanti a caccia della giocata giusta su lancio lungo.Ma dopo 6 minuti di recupero, la Real Trezzano si porta a casa tre punti pesantissimi e si riporta a stretto contatto con il Partizan Bonola che in caso di vittoria avrebbe dato uno scossone al girone che ora vede la coppia di testa staccare leggermente le altri, visto che il Victor Rho, terzo in classifica è lontano 4 punti dalla Real. Prossimo impegno ancora ad altissima tensione visto che si ritorna al Fabbri di Trezzano per il secondo derby stagionale con la Nuova dopo quello vinto per 2-1 in Coppa Lombardia. Turno di campionato il prossimo che presenta, prima il derby in Juniores sabato, e domenica appunto quello della prima squadra.

Le parole di mister Zanoni dopo la vittoria sul Partizan Bonola

IL TABELLINO

REAL TREZZANO-PARTIZAN BONOLA  2-1

RETI: 10’, 64’ Nosino, 86’ Casale (P).

REAL TREZZANO: Balbo, Belsito (63’ Kah), Aprea, Sergi, Carbone, Giannettino, Bennici (91’ Caporale), Cantatore, Nosino (83’ Di Bennardo), Palestro, Giovine (67’ Hazah Seef). A disp: Merlotti, Paradisi, Caravella, Menichelli, Sofi. All. Zanoni.

PARTIZAN BONOLA: Paciletti, Apella, Corti (86’ Bottelli), Chimenti, Casale, Trevisan, Chiozzi, Cesaro (53’ Spagnolo), Mainardi (73’ Lozupone), Hesemberger (59’ Granata), Goglio. A disp: Della Valle, Berti, Montana, Borelli, Roghero. All. Falsettini.

ARBITRO: Puglisi di Milano.

ESPULSO: 58’ Spagnolo (P) per gioco violento.

AMMONITI: Sergi, Aprea, Giannettino, Bennici (R), Casale, Appella, Chiozzi, All. Falsettini, Paciletti (P).

La festa giallonera dopo la vittoria
Ricordati di seguirci sui nostri social: Facebook, Instagram, Tik Tok e Youtube

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin